TREKKING IMPEGNATIVI

nel Parco Nazionale del Pollino

I  trekking impegnativi regalano panorami unici ma sono adatti a persone allenate e

abituate a camminare su percorsi a volte accidentati o con dislivelli importanti.

Il Sentiero dell’Annanza

Sentiero dell'Annanza Parco Nazionale del Pollino

La nostra escursione parte da Cerchiara di Calabria, incantevole paesino di montagna. Questo sentiero è conosciuto come il sentiero dell’Annanza che significa dell’ “affaccio” poiché percorrendolo si può godere di una suggestiva e meravigliosa vista sia del borgo arroccato che della piana di Sibari. Utilizzato anticamente dai pellegrini per raggiungere il Santuario della Madonna delle Armi, ha mantenuto tutto il fascino e la suggestione di una forte spiritualità. Dopo aver percorso un’antica mulattiera raggiungiamo Piano Pedarredo con la sua panoramica vista che spazia sulla piana di Sibari. Proseguiamo oltrepassando la valle di Sant’Andrea fino a raggiungere il suggestivo Santuario. Prima della pausa relax non possiamo non visitare questo antico Santuario (XV-XVI sec.), testimonianza significativa di arte rinascimentale. La sua costruzione – secondo la tradizione – cominciò nel 1440. Si narra che  in una di queste grotte, fu trovata l’immagine della beata Vergine delle Armi (dal greco tòn armòn – “della grotta”) dalla quale il Santuario prende il nome e alcune tavolette bizantine, tra le più antiche mai rinvenute.

Richiedi Informazioni
Cerchiara di Calabria ( Parco Nazionale del Pollino, Calabria)
8 km a/r
410 mt
6 ore c.a.
E E

Monte  Manfriana ( 1981 m. s.l.m.)

Parco Nazionale del Pollino

Questa escursione è tra le più suggestive ma anche tra le più impegnative del Parco Nazionale del Pollino. Partiremo da Colle Marcione ( 1227 m. s.l.m.). Il percorso inizia in salita fino a raggiungere piano di Ratto Piccolo dal quale si prosegue a sinistra per un breve tratto piano fino ad imboccare il sentiero sulla destra caratterizzato da  scalini in pietra. Si procede in salita attraverso la faggeta  fino a raggiungere Passo della Scala. Man mano che si va avanti la salita si fa sempre più ripida. Arrivati in cresta si proseguirà verso il passo del Principe, continuando noteremo alcuni piloni e cavi d’acciaio che costituivano un’antica teleferica utilizzata nel secolo scorso per trasportare il legname a valle. La parte finale del percorso è quello più impegnativo essendo a tratti esposto e con la presenza di grosse pietre. Arrivati in cima saremo ripagati dalla soddisfazione di aver raggiunto una più alte del Parco e aver osservato panorami naturalistici unici.

Richiedi Informazioni
Civita  ( Parco Nazionale del Pollino, Calabria)
15 km a/r
800 mt
7 ore c.a.
E E